Archives

All posts for the month ottobre, 2014

Conosciamo il significato di “Chandelier”

25 Ott,2014

‘Chandelier’ è l’ultimo singolo rilasciato da Sia. Il testo della canzone racconta in modo originale (o forse in tono quasi di denuncia) lo sballo che le ragazze più volte provano durante le folli serate di svago, condite il più delle volte da troppi drink consumati (“1,2,3, drink! 1,2,3, drink!”) che portano inevitabilmente le persone ad ubriacarsi. Un testo che dunque porta l’attenzione all’esagerazione di certe serate vissute come se non ci fosse un domani, non a caso la canzone dice proprio:”I’m gonna live like tomorrow doesn’t exist” tradotto con “Vivrò come se domani non esistesse”. La serata e lo svago esagerato portano inevitabilmente al mattino seguente dove ci si rende conto di aver superato ogni limite e alla spensieratezza del giorno precedente subentra la vergogna di ciò che si è fatto:”il sole è alto, sono un disastro, devo uscire adesso, devo scappare da questo, arriva la vergogna.  

chandelier

 

A seguire il testo originale, la traduzione del brano e per finire il video…

 

TESTO

Party girls don’t get hurt
Can’t feel anything, when will I learn
I push it down, push it down

I’m the one “for a good time call”
Phone’s blowin’ up, they’re ringin’ my doorbell
I feel the love, feel the love

1,2,3 1,2,3 drink
1,2,3 1,2,3 drink
1,2,3 1,2,3 drink

Throw em back, till I lose count

I’m gonna swing from the chandelier, from the chandelier
I’m gonna live like tomorrow doesn’t exist
Like it doesn’t exist
I’m gonna fly like a bird through the night, feel my tears as they dry
I’m gonna swing from the chandelier, from the chandelier

And I’m holding on for dear life, won’t look down won’t open my eyes
Keep my glass full until morning light, ‘cause I’m just holding on for tonight
Help me, I’m holding on for dear life, won’t look down won’t open my eyes
Keep my glass full until morning light, ‘cause I’m just holding on for tonight
On for tonight

Sun is up, I’m a mess
Gotta get out now, gotta run from this
Here comes the shame, here comes the shame

1,2,3 1,2,3 drink
1,2,3 1,2,3 drink
1,2,3 1,2,3 drink

Throw em back till I lose count

I’m gonna swing from the chandelier, from the chandelier
I’m gonna live like tomorrow doesn’t exist
Like it doesn’t exist
I’m gonna fly like a bird through the night, feel my tears as they dry
I’m gonna swing from the chandelier, from the chandelier

And I’m holding on for dear life, won’t look down won’t open my eyes
Keep my glass full until morning light, ‘cause I’m just holding on for tonight
Help me, I’m holding on for dear life, won’t look down won’t open my eyes
Keep my glass full until morning light, ‘cause I’m just holding on for tonight
On for tonight

 

 

TRADUZIONE

Le ragazze che fanno festa non si fanno male

non senti niente, quando imparerò
a smetterla, a smetterla

sono l’unica pronta per la chiamata
il telefono sta squillando, mi suonano alla porta
sento l’amore, sento l’amore

1,2,3 1,2,3 bevi
1,2,3 1,2,3 bevi
1,2,3 1,2,3 bevi

Tirali via, finché non perdo il conto

Ondeggerò dal lampadario, dal lampadario
Vivrò come se domani non esistesse
Come se non esistesse
Volerò come un uccello attraverso la notte, sentirò le lacrime che si asciugano
ondeggerò dal lampadario, dal lampadario

Sto aspettando la vita migliore, non abbasserò lo sguardo non aprirò gli occhi
terrò il bicchiere pieno fino al mattino, perché sto solo aspettando stanotte
aiutami, sto aspettando una vita più cara,non abbasserò lo sguardo non aprirò gli occhi
terrò il bicchiere pieno fino al mattino, perché sto solo aspettando stanotte
oh, stanotte

il sole è alto, sono un disastro
devo uscire adesso, devo scappare da questo
arriva la vergogna, arriva la vergogna

1,2,3 1,2,3 bevi
1,2,3 1,2,3 bevi
1,2,3 1,2,3 bevi

Tirali via, finché non perdo il conto

Ondeggerò dal lampadario, dal lampadario
Vivrò come se domani non esistesse
Come se non esistesse
Volerò come un uccello attraverso la notte, sentirò le lacrime che si asciugano
ondeggerò dal lampadario, dal lampadario

Sto aspettando la vita migliore, non abbasserò lo sguardo non aprirò gli occhi
terrò il bicchiere pieno fino al mattino, perché sto solo aspettando stanotte
aiutami, sto aspettando una vita più cara,non abbasserò lo sguardo non aprirò gli occhi
terrò il bicchiere pieno fino al mattino, perché sto solo aspettando stanotte
oh, stanotte

 

CURIOSITA’ SUL VIDEO

Il video della canzone mostra una bambina, che durante tutta la durata della canzone balla dentro ad una casa semi vuota, esibendosi in vere e proprie evoluzioni degne di una ballerina professionista, alternate a volte a movimenti ed espressioni del volto quasi isteriche: quest’ultima cosa però non deve sorprendere, se si pensa appunto a ciò che racconta la canzone, agli stati d’animo delle donne che cambiano in continuazione, fino allo sballo totale in cui non ci si rende neanche più conto del modo in cui si sta ballando e in generale da ciò che si sta facendo. Alla luce di ciò, le espressioni e i movimenti presenti nel video, incarnano perfettamente le parole del testo. Ad ogni modo la performance generale rimane di alto livello e tutto ciò è reso ancora più unico dal fatto che la bambina protagonista del video ha appena 11 anni e nonostante la sua giovane età dunque riesce ad eseguire una performance che sicuramente non passerà inosservata.

Video 1

Video 2

 

CONTINUA A LEGGERE

…dal bicchiere al…nostro corpo.

09 Ott,2014 alcolok                                                 liver CONTINUA A LEGGERE

Dilaga il virus del cyberbullismo, in Italia vittima uno studente su quattro

  Marco Perillo
16-Marzo-2014
 
 
 Il caso più eclatante, nel mondo, è stato quello di Amanda Todds, un paio di anni fa in Canada. A 15 anni si uccide dopo aver lasciato un video su Youtube denunciando di essere vittima di cyberbullismo – il bullismo su web o su cellulari – ponendo l’accento sulla sua condizione di fragilità e solitudine. Tutto comincia così: su una chat qualcuno le fa i complimenti, con un po’ di ingenuità lei cede alla richiesta di donargli una foto del suo seno nudo, poi lui comincia a insultarla, minacciarla, a diffondere la foto ovunque fino a farle cambiare scuola.
Da lì un vortice senza fine, fino al gesto estremo. Una storia, quella di Amanda, che purtroppo abbiamo ascoltato tante volte, in altre forme. In Italia, l’ultimo caso più raccapricciante si è verificato il mese scorso a Padova, vittima una ragazzina di 14 anni che si è lanciata nel vuoto dopo essere stata presa in giro pesantemente sulla chat Ask.fm (che conta circa 60 milioni di utenti, soprattutto tra gli under 18) solo per essersi sfogata sulla sua condizione di oppressione. «E in effetti le ragazzine sono le più colpite dal cyberbullismo – commenta Domenico Foglia, dirigente autorevole della polizia postale campana – Purtroppo maltrattamenti e ricatti online, tra gli adolescenti sono all’ordine del giorno, a Napoli come nel resto della Penisola. Veniamo costantemente sollecitati, raccogliamo denunce da parte dei genitori e proseguiamo con le indagini. Non a caso, svolgiamo una intensa attività di prevenzione nelle scuole, insieme con i docenti. Ma il fenomeno, giunto dall’America, è irrefrenabile proprio perché i nostri ragazzi fanno uso smodato di tecnologia e smartphone. Il cyberbullismo è forse più pericoloso del bullismo classico, perché rimane traccia in rete. Però, a differenza degli Usa, i casi di suicidio in Italia non sono moltissimi». Secondo dati recenti del ministero dell’Istruzione, uno studente italiano su quattro compie o subisce atti di prevaricazione via web: il 27% di ragazzi ne è vittima, mentre il 23,5% si definirebbe cyberbullo.
Indice puntato soprattutto contro le chat, i blog e la messaggeria istantanea: terreno fertilissimo per aggressioni virtuali che provocano depressioni, ansie, frustrazioni, problemi scolastici e familiari.
Studi condotti da Telefono Azzurro ed Eurispes hanno evidenziato che la vittima ideale per il bullo, secondo il parere degli adolescenti italiani, è principalmente un soggetto debole che non ha sviluppato meccanismi di autoprotezione tali da permettergli di reagire all’abuso subito (52,2%).
Al 7,4% dei ragazzi intervistati è capitato di scoprire, navigando in rete, la presenza di informazioni false diffuse sul proprio conto e il 2,4% ha subito l’esclusione intenzionale all’interno di gruppo nato su internet. Inoltre il 70% dei preadolescenti ha ammesso di navigare senza il controllo dei genitori, il 70% ha avuto il suo primo smartphone prima dei 13 anni, il 20% dei ragazzi ha pubblicato su Fb o Instagram foto di cui poi si è pentito.
Ma quali sono le modalità del cyberbullismo? Su tutte c’è il flaming: messaggi violenti o volgari; poi si passa alla denigrazione e al danneggiamento della reputazione, fino al furto di identità. Secondo uno studio americano (LeBlanc, J. C. 2012) sui suicidi di 24 femmine e 17 maschi avvenuti in un’età compresa tra i 13 e i 18 anni, negli Stati Uniti, in Canada, nel Regno Unito e in Australia, il 24 per cento dei ragazzi è stato anche vittima di bullismo omofobico. Un rapporto di qualche mese fa di Save The Children riporta che il cyberbullismo «è la più pericolosa tra le minacce tangibili della nostra era per il 72% dei ragazzi italiani, più della droga (55%), del pericolo di subire una molestia da un adulto (44%) o del rischio di contrarre una malattia sessualmente trasmissibile (24%)».
Alla base di tutto, la vigliaccheria. «Per il 50% dei ragazzi – prosegue Save The Children – la rete rende anonimi e quindi apparentemente non perseguibili e consente di falsare i protagonisti. La pericolosità del web inoltre deriva dal fatto che chiunque può avere accesso (32%), e i contenuti o le affermazioni fatte da altri sono più facilmente strumentalizzabili (34%)».
Fondamentale, per limitare il fenomeno, il supporto di genitori e insegnanti. Non a caso il Moige ha lanciato, insieme con la polizia di Stato, un progetto sulla sicurezza del web per i giovani che si chiama «Per un web sicuro». Una campagna, la cui terza edizione è partita a febbraio, che finora ha coinvolto 30 scuole medie in sei regioni italiane (Lazio, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Campania e Puglia) con la partecipazione di oltre 10mila studenti e 21mila adulti fra genitori e docenti.
CONTINUA A LEGGERE

“Consapevol…mente” a scuola!

08 Ott,2014

Siracusa:

  • Mercoledì 1/10/2014 dalle ore 9:00 alle ore 11:00 presso l’Istituto Scolastico “T.Gargallo”, sito
    in via Luigi Monti, 96100, Siracusa (SR).
 
  • 9/10/2014 e il 10/10/2014 dalle ore 11:30 alle ore 13:30 presso l’Istituto Comprensivo “Archia”,
    sito in via Abesta, 96100, Siracusa (SR).

 

Agrigento:

  • Mercoledì 25/10/2014 alle ore 9:00  presso Liceo Scientifico  e delle Scienze umane “R. Politi”.

 

  • 23 Ottobre 2014 alle ore 9:00 presso Liceo artistico “Michelangelo” .

 

 Trapani:

  • Giorni 6-9-10-13  Ottobre 2014 incontro presso: Istituto Bagolino di Alcamo (TP).

 

  • Giorno 7 Ottobre 2014 incontro presso: Istituto Superiore “P.Mattarella – D. Dolci” di Castellamare del Golfo (TP).

 

 Caltanissetta:

  • Giorno 10 Ottobre 2014, dalle ore 11:30 alle ore 13:30, incontro presso: Istituto Comprensivo “Antonino Caponnetto” , Via Montessori,10 – 93100 Caltanissetta.

 

  • Venerdì 10 ottobre dalle ore 9:30 alle ore 11:00 presso: ITAS “Luigi Russo” Via Leone XIII,48 -93100 Caltanissetta .

 

  • Martedì 14 ottobre dalle ore 8:30 alle ore 13:00 presso: Istituto Comprensivo “Caponnetto”plesso “Giovanni Verga” via Rosso di San Secondo 93100 Caltanissetta.

 

  • Mercoledì 15 ottobre dalle ore 8:30 alle ore 10:30 presso: Istituto Comprensivo “Caponnetto” plesso “Giovanni Verga” via Rosso di San Secondo 93100 Caltanissetta.

 

  • Mercoledì 15 ottobre dalle ore 11:30 alle ore 13:00 presso: Istituto Comprensivo “Pietro Leone” via Lombardo Radice, 8 93100 Caltanissetta.

 

  • Giovedì 16 ottobre dalle ore 9:00 alle ore 11:00 presso : Istituto Comprensivo “Pietro Leone” via Lombardo Radice, 8 93100 Caltanissetta.  

 

 

Catania:

  • 13 ottobre dalle ore 9:00 alle ore 12:00 presso I.I.S.S. “ Carlo Gemmellaro” di Catania. 

 

  • 15 ottobre dalle ore 9:00 alle ore 11:00 presso presso I.I.S.S. “ Carlo Gemmellaro” di Catania.

 

Enna:

 

  • 13.10.2014 dalle ore09:30 alle ore10:30 presso: ITAS “Istituto comprensivo Neglia” via Aldo Moro,1 , S. Lucia – Enna (EN).

 

  • 13.10.2014 dalle ore 11:30 alle ore 12:30 presso: ITAS ” Istituto comprensivo Neglia ” sito al Villaggio Pergusa snc – Pergusa Enna (EN). 

 

  •  18.10.2014 dalle ore 11:30 alle ore 13-30 presso: “Istituto comprensivo Dante Alighieri ” via
    Valverde n.1 Enna (EN).

 

  • 21.10.2014 dalle ore alle 14:15 ore 16:15presso: Istituto Comprensivo “Istituto comprensivo Neglia ” via Civilta’ Del Lavoro n.1 Ferrante-Enna (EN).

 

  • 22.10.2014 dalle ore 9:15 alle ore 11:15 presso: Istituto Comprensivo “Istituto comprensivo Neglia ” via Civilta’ Del Lavoro n.1 Ferrante-Enna (EN).

 

  • 23.10.2014 dalle ore 14:15 alle ore 16:15 presso: Istituto Comprensivo “Istituto comprensivo Neglia ” via Civilta’ Del Lavoro n.1 Ferrante -Enna (EN). 

 

Messina:

 

  • 7/10/2014 dalle ore 9:30 alle ore 13:30 presso l’Istituto Comprensivo “G. La Farina- Basile”, via
    Oratorio della Pace 5, 98122 Messina.

 

  • 30/10/2014 ore 9:00 presso “Associazione Assoutenti”

 

Palermo:

  • 6 Novembre dalle ore 9:00 alle ore 13:00 presso I.C.S.                       “Principessa Elena di Napoli” 

               Via Baviera Giovanni 22, Palermo, PA 90135

                

  • 14 ottobre dalle ore 8:30 alle ore 13:30 presso Direzione didattica Statale “Karol Wojtyla”
    Piazza della Libertà Belmonte Mezzano 90031 (PA).

 

Modica / Ragusa:

 

  • venerdì 26/09/2014 presso l’Istituto “Verga” sito in via San Giuliano, 89, 97015 Modica
    Ragusa dalle ore 8:00 alle ore 13:00 .

 

  • sabato 27/09/2014 dalle ore 8:00 alle ore 13:00 presso l’Istituto Scolastico ”Principi Grimaldi” sito in V.le degli Oleandri 19 – 97015 Modica (RG).

 

  • 8-9/10/2014 presso l’Istituto “Raffaele poidomani” sito in via Resistenza Partigiana, 165 dalle ore 8:15 alle ore 13:00 a Modica (RG).

 

  • 14 e il 21/10/2014 presso la scuola Media Statale “Giovanni XXIII” sita in via Fabrizio dalle ore 8:15 alle ore 13:00 a Modica (RG) .

 

  • 16/10/2014 nella succursale “Azasi” sita in via Resistenza Partigiana dalle ore 8:15 alle ore 13:00 a Modica (RG).

 

  • martedì 7/10/2014 e mercoledì 8/10/2014 presso l’Istituto comprensivo “F. Crispi” sito in via Vittorio Emanuele Orlando, 7, 97100 Ragusa dalle ore 8:00 alle ore 13:00.

 

  • sabato 27/09/2014 dalle ore 8:10 alle ore 13:10 presso l’Istituto Scolastico R. Gagliardi, sito in Viale Platani, 180, 97100 Ragusa (RG).

 

 

 

 

CONTINUA A LEGGERE

Salerno, travolge un bar con l’auto: uccide 4 ragazzi, anche il fratello

06 Ott,2014 Un 22enne alla guida di una vettura di grossa cilindrata e travolge i tavolini del locale: è risultato positivo al test alcolemico ed è stato arrestato. Accusa di omicidio volontario.guida e alcol CONTINUA A LEGGERE
css.php